Translate

martedì 29 marzo 2016

yoga e mediatazione - il rito della terra

yoga e meditazione - il rito della terra

il rito della terra
Prithivi Bhumi Bhumya sono alcuni epiteti della dea terra questa forza primordiale  femminile  da cui tutto anche
inchinarsi alla terra toccarla baciarla mangiarla fa parte di una pratica Kriya Yoga
anche tra noi oggi è una cosa abbastanza usuale  introdurre argilla nel nostro organismo  al fine di purificarlo : mettere un cucchiaino  di argilla a immersione stabile  a riposare in un bicchiere di acqua per una notte e berlo al mattino è un prassi piuttosto comune soprattutto per coloro che seguono medicine olistiche alternative  e conseguenti atti di purificazione
così il  Ktiya yogin dopo aver preso tra le sue mani un po' di terra dichiarata per sé sacra averla portata  alla bocca e assaporata  lentamente e  accompagnata nel suo tragitto di discesa fin giù nel centro di trasformazione che è chakra Manipura  deve fermarsi in meditazione 
gli occhi della mente rivolti all'interno  il respiro che accompagna l'espandersi dell'energia della terra in tutto l'organismo  in ogni viscere in ogni organo  in ogni legamento  in ogni cellul
a fino a che non ci sarà più divisione tra terra su cui poggia il corpo e il corpo stesso

Nessun commento:

Posta un commento