Translate

giovedì 28 maggio 2015

PSICOLOGIA - I COMPORTAMENTI DI BASE

 Il termine comportamento  indica sia il modo di interagire con l'ambiente sia il modo di essere, interiore  della personalità nel suo insieme
I comportamenti di base  sono essenzialmente legati alla ricerca del soddisfacimento dei bisogni primordiali : bisogni biologici nell'ambiente interno  e bisogno di sicurezza nell'ambiente esterno
Ma sono anche influenzati da ostacoli che inevitabilmente  l'ambiente esterno  oppone al soddisfacimento di questi bisogni
Osserviamo un neonato : sgambetta, ride, grida, piange,
L'osservazione di tale comportamento  elementare ci fa supporre che il lattante provi dei bisogni  (detti anche pulsioni) accompagnati  da un oscuro senso di malessere  fino a che non si è soddisfatti mentre quando ciò si verifica ne deriva un senso di benessere
Questa ricerca  di soddisfacimento  dei bisogni biologici  è il primo esempio  di una motivazione del comportamento
Accanto a questo tipo di bisogni sembra essercene un altro altrettanto  generale e primordiale  che trae origine  dall'ambiente sociale  si tratta del bisogno di sicurezza nelle relazioni con il mondo circostante
Il bisogno di sicurezza  di importanza vitale  quasi quanto il cibo per il neonato viene naturalmente assicurato dalla madre o più precisamente la figura materna.
L'affetto materno  non è tuttavia il solo alimento psicologico  necessario al bambino  un'altra cosa  di cui non può fare a meno è il soccorso dell'autorità  rappresentata dalla figura paterna
Nel lattante come anche nei piccoli animali la continuità del contatto corporeo  crea un importante meccanismo di rassicurazione e l'essere oggetto di tenerezza e di attaccamento  è un bisogno  primario vero e proprio
nell'adulto  il sentimento di sicurezza continua a svolgere un'azione importante  in tutte le situazioni della vita quotidiana  ed è intimamente legato ai bisogni della vita collettiva
Quando entriamo in un ambiente  sulle prime  non siamo sicuri  dell'opinione degli altri e tale insicurezza può spaventarci quando invece si viene accettati e approvati  ci si trova a proprio agio
quando un individuo trova ostacoli  e si trovano a coesistere due forze che si contrappongono ci si trova davanti ad un conflitto
Ci troviamo continuamente di fronte a conflitti come del resto a frustrazioni
lo sviluppo  della personalità procede attraverso l'elaborazione a soluzioni ai problemi di conflitto  che si presentano
Il meccanismo di questo sviluppo  viene chiamato maturazione  della personalità si arriva ad un'accettazione delle regole  della vita collettiva  familiare  sociale
una reazione particolarmente importante  nello sviluppo della personalità è rappresentata dall'ansia  che si impadronisce del bambino  quando teme di perdere l'amore  dei genitori  o anche quando si aspetta una punizione
L'ansia  legata alla disapprovazione  viene largamente utilizzata dai genitori  nell'educazione dei figli
i pericoli e le possibilità educative sono  implicite in questo processo
una disapprovazione troppo severa, lo svezzamento un abbandono  una lunga assenza oppure la perdita dei genitori  possono spiegare uno stato ansioso  che potrà durare  tutta la vita  sotto forma di nevrosi  d'abbandono
l'ansia costituisce un fattore importante nella motivazione del comportamento normale  ha una funzione determinante nello sviluppo della personalità e nel raggiungimento della maturità

mercoledì 27 maggio 2015

PSICOSOMATICA - QUANDO IL DISTURBO PSICOLOGICO SI TRASFORMA IN FISICO

uno dei capi saldi su cui si basa la  psicosomatica è il fenomeno  della conversione, ossia nella trasformazione  di un disturbo psicologico in uno fisico
alla base di questo fenomeno  vi è il simbolismo  dei vari organi (cuore, stomaco, intestino ecc.) per cui tali organi  esprimono i problemi psicologici del paziente
 secondo questa teoria di derivazione psicoanalitica  quando una determinata tendenza  emotiva non riesce ad esprimersi con parole o  azioni si manifesta attraverso  un organo : costituisce quello che viene chiamato linguaggio  degli organi 
per esempio  un ammalato  che non riesce più a deglutire  (e non si presenti nessun disturbo  o lesione organica ) può semplicemente  volere significare che  non ce la fa a "mandar giù qualcosa"
Ugualmente disturbi gastrici  spesso stanno a dimostrare che l'ammalato  non riesce a digerire un affronto
l'apparato gastrointestinale  per il suo significato di  via di comunicazione con l'esterno  (è infatti  quello che sin dalle prime ore di vita mette in rapporto il bambino  con la madre e quindi con l'ambiente esterno)  è frequentemente colpito da queste forme psicosomatiche
Ma gli esempi sono numerosissimi : molte forme di dimagrimento  inspiegabile  sono interpretabili con una forma di voracità sul piano affettivo 
Dolori alle braccia  esprimono un blocco  legato a forme di aggressività per cui il paziente  simbolicamente  immobilizza l'arto con cui vorrebbe punire qualcuno
il riconoscimento  (diagnosi ) di una malattia psicosomatica  si effettua considerando  soprattutto l'anamnesi  cioè la storia passata  e presente  della vita del malato
la differenza tra diagnosi  usuale e diagnosi psicosomatica  si esprime in due modi  diversi : con il primo si ha una diagnosi  di tipo tradizionale  il secondo dimostra  che l'insieme di tutti  i vari controlli clinici strumentali  deve essere sempre integrato  con l'accurato  esame psicologico  della personalità del paziente
Individui  con taluni disturbi psicologici  presenteranno  malattie di un certo tipo piuttosto che di un altro , per esempio intestinale piuttosto che allergiche 
E' quindi  importante completare la diagnosi di tipo convenzionale  con quella di tipo psicosomatico  per avere un quadro completo della malattia
secondo JL Halliday uno psicologo inglese  la medicina e le diagnosi psicosomatiche  devono considerare  questi punti

1 stato emotivo  responsabile dello scatenamento della malattia 
molto spesso  la malattia organica (per esempio l'ulcera gastroduodenale  ipertensione  essenziale ecc ) rappresenta una reazione  a un disturbo emotivo

.2 tipi psicologici
un determinato  tipo di personalità in prevalenza  un determinato  tipo di malattia  fra i tipi psicologici  più frequenti troviamo:

tipo isterico  o istrionico 
 tende a soffrire di disturbi  a carico dell'innervazione motoria  sensitiva e autonoma  (per esempio la paralisi spasmi  eruzioni arrossamenti)
tipo  autosufficiente iperattivo
le malattie più frequenti  in questi individui sono l'ulcera, ipertensione  arteriosa ecc.
tipo iper morale altruista
è spesso colpito da artrite  reumatoide
tipo ipersensibile 
soffre di manifestazione asmatiche

3 differenze sessuali 
una particolarità delle malattie psicosomatiche  è quella di dimostrare notevoli differenze sessuali 
per esempio l'ulcera duodenale è più frequente negli uomini  mentre le malattie  biliari prevalgono nelle donne

4 presenza di differenti disturbi psicosomatici
in uno stesso individuo possono coesistere  o succedersi alternativamente varie manifestazioni  psicosomatiche  per esempio  asma eczema emicrania ecc.

5 disturbi familiari 
spesso lo stesso disturbo psicosomatico si presenta nei genitori  figli fratelli  ecc.

6 disturbi periodici
tipico dei disturbi  psicosomatici è l'alternarsi di miglioramenti e riacutizzazioni
le l

martedì 26 maggio 2015

PSICOLOGIA - MELANIE KLEIN

Nacque a Vienna il 30 marzo del 1882 suo padre era medico e anche Melanie aveva deciso  di studiare medicina 
Tuttavia il matrimonio a 21 anni  la spinse ad abbandonare quella sua prima idea  e studiare arte e storia all'Università di Vienna
il trasferimento della famiglia  a Budapest le permise di incontrare Sandor Fereczi psicoanalista  ungherese e uno dei primi  seguaci  di Freud
questo incontro consentì a Melanie di conoscere la psicoanalisi
Nel 1918 presentò il primo lavoro  Lo sviluppo del bambino 
Nel 1920  al Consiglio dell'Aia incontrò Karl Abraham   psicoanalista  con cui lavorò fino al 1925 presso l'Istituto  psicoanalitico di Berlino
Dopo la morte di Abraham  si recò a Londra dove continuò a lavorare  per tutta la sua vita
Nel 1932 pubblicò la Psicoanalisi dei bambini  in cui delinea i concetti di proiezione e introspezione cioè i meccanismi  fondamentali  attraverso cui l'Io  si mette in comunicazione con il mondo esterno
Nel 1945 concluse  i suoi Contributi  alla psicoanalisi e nel 1957 pubblicò Invidia e gratitudine 
Morì a Londra nel 1960
La Klein è indubbiamente la psicoanalista che più di ogni altra ha approfondito la conoscenza del mondo psicologico infantile
per superare le difficoltà con il rapporto con i bambini  nella primissima infanzia  incapaci di esprimersi  compitamente e con un vocabolario estremamente  ridotto Melanie utilizzò il gioco come strumento di psicoanalisi
Il gioco rappresenta l'unico modo  con cui l'inconscio  infantile può manifestarsi  direttamente e quindi essere interpretato dall'analista
Invece della tecnica delle libere associazioni la Klein utilizzò la tecnica del libero gioco  con cui potè controllare fin dalle sue primissime manifestazioni la presenza di un'anomalia psichica
Sula base del rapporto realtà/fantasia  si può pertanto distinguere un bambino psicotico  da quello normale
Nel primo gioco è suscettibile di intense elaborazioni  fantastiche, mentre nel secondo la fantasia  non elimina il senso del reale  che rimane costante
Il rapporto madre/bambino  chiarisce la comparsa nel bambino di sentimenti di invidia di tipo distruttivo  giacchè la madre è nello stesso tempo  la sorgente della vita ma anche colei che può dare  o togliere piacere
I sentimenti di angoscia che si associamo a questa ambivalenza amore/odio  vengono rimossi in modo che venga conservato l'equilibrio del bambino  potranno  riaffiorare nell'adulto colpito da manifestazioni nevrotiche

la psicologia - il significato del comportamento

per capire il comportamento di un individuo  di qualsiasi età è necessario seguirlo  nel suo sviluppo, nella crescita dal giorno della nascita e nella sua storia:
La reazione più banale del comportamento infatti spiega  sempre attraverso la storia di un individuo, che distingue la sua persona da tutte le altre
Innanzitutto  l'organizzazione e lo sviluppo della personalità presuppongono che l'evoluzione e l'organizzazione  del sistema nervoso siano giunti alla maturità dell'età adulta
La maturazione del sistema nervoso  e più particolarmente  dell'encefalo, per quanto riguarda la specie animale (filogenesi)
E la psicologia genetica che si occupa dello studio della psiche umana  attraverso l'analisi delle tappe dello sviluppo

martedì 19 maggio 2015

acquistare meglio dalla teoria alla pratica

l'alimentazione sana è fatta di ingredienti  non solo nutrienti ma anche sicuri
forse non lo si direbbe ma la sicurezza  dei cibi è sicuramente maggiore rispetto agli anni passati
 sono migliorate le tecniche di  produzione e di conservazione sono diventate più precise le norme di etichettatura  e si sono intensificati i controlli 
nonostante ciò esistono ancora prodotti non sicuri bisogna imparare a riconoscerli
 gli stumenti  per fortuna non mancano

1 prima ancora dell'etichetta bisogna osservare la confezione ed evitare l'acquisto se non si presenta in condizioni perfette

2 controllare  che la conservazione si a effettuata nel modo giusto  per esempio la pasta fresca deve essere esposta nei banchi refrigerati  così come le insalate  prelavate e in genere tutti i formaggio le carni e i salumi

3 leggere sempre la scadenza e preferire quelli più giovani

4 per verdure e frutta scegliere prodotti di stagione più sani ma anche più gustosi

5 scorrere l'elenco degli ingredienti con particolare attenzione per gli additivi  meno sono meglio è

6 sempre nel settore dell'ortofrutta  preferire le produzioni biologiche certificate

7 nel caso di salumi  oli extravergini e formaggi  orientarsi sulle produzioni  riconosciute a marchio dop igp 

8 diffidare di prodotti che costano troppo poco  un buon olio extravergine  non può costare meno di 4 euro al litro 

9 per le carni controllare la provenienza  e scegliere quelle di animali allevati e macellati in Italia  occhio all'etichetta

10 per i pesci preferire quelli più piccoli  e mediterranei meno contaminati dei grossi pesci predatori dei mari del nord

giovedì 14 maggio 2015

cucinare veloce ma sano

per chi vuol mangiare sano ma fatica a trovare il tempo per fare la spesa e cucinare, i surgelati possono dare una mano 
sono senza dubbio la miglior alternativa  al prodotto fresco  quanto a gusto e valore nutritivo  e la loro sicurezza  è garantita  a patto che si mantenga la cosiddetta catena del freddo  cioè che dalla produzione alla preparazione vengano conservati a 18° C o più bassa
per questo al momento  dell'acquisto è sempre importante controllare i termometri dei banchi frigo   e accertarsi che le confezioni  non siano danneggiate né coperte di lastrine di ghiaccio  cosa che segnalerebbe un  probabile scongelamento accidentale

bere sano

se è importante mangiare sano  altrettanto importante è la qualità del bere perché la maggior parte delle bevande alternative all'acqua  contiene  diverse sostanze  che incidono sull'apporto  alimentare complessivo 
una lattina di aranciata  piuttosto che di cola fornisce la bellezza di  140 calorie e apporta molto zucchero  senza contare  gli eventuali additivi  coloranti conservanti ....
Decisamente più sane le bevande casalinghe  di frutta e verdura come gli smoothies  assolutamente  particolare per finezza e cremosità, a metà tra i frullati e le spremute  gli smoothies danno poche calorie e sono un concentrato di gusto e vitamine
altrettanto validi sono i centrifugati di verdure  e le tisane, senza trascurare ovviamente il piacere di un bicchiere di vino
presenza tradizionale  nella dieta mediterranea  il vino  contribuisce  a rendere più appetibile  il cibo e migliora la circolazione sanguigna 
E' la dose come sempre a stabilire il confine tra medicina e veleno

martedì 12 maggio 2015

la giusta cottura per mangiare sano

Salvo poche eccezioni la cottura  migliora le caratteristiche  degli alimenti  aumenta il gusto  e l'aroma dà un aspetto  e un colore invitanti  rende il cibo più facilmente masticabile e digeribile ed esercita un'azione  sanificante perché uccide i germi  eventualmente presenti
L'importante è scegliere per ogni preparazione la tecnica  giusta
per le carni magre  sono perfette le cottura rapide quasi senza grassi  per esempio alla  griglia o alla piastra  ma va benissimo cuocerle al forno mentre per i tagli più grassi  una cottura lenta come la lessatura garantisce la migliore digeribilità
Il pesce  si presta a infinite preparazioni  tra le quali meritano  un'attenzione particolare per la loro leggerezza quella al cartoccio  e quella in crosta di sale
quanto alle verdure  danno il massimo a vapore oppure saltate  mentre lessandole si ha una certa perdita di valore nutritivo
Ottimo  sotto il profilo della salute  anche l'uso del microonde  al contrario la frittura che è buona ma non proprio salutare  un'eccezione da concedersi solo di tanto in tanto

rompi digiuno o junk food

Purtroppo  i ritmi di oggi  non sempre consentono di seguire un 'alimentazione regolare
Di qui il successo degli snack "rompi-digiuno" che avrebbero la pretesa di integrare una dieta squilibrata  evitando improvvisi cali di energia  o attacchi di fame
posto che  è l'abitudine  a produrre danni e non un consumo sporadico  vale la pena  comunque fare attenzione  perché la parola snack  comprende prodotti quanto mai diversi  e non tutti salutari
Le patatine e gli snack salati  in genere non saziano  danno una quantità incredibile di calorie  vuote  contengono un'esagerazione  di sale e grassi 
un profilo che giustifica junk food cioè cibo spazzatura  riservato a questi prodotti 
le merendine industriali  invece possono essere una scelta sufficientemente sana  ma dipende dalla loro composizione 
sono da evitare quelle che contengono tanti  grassi e zucchero  mentre meritano  un giudizio positivo le cosiddette merendine all'italiana  crostatine alla frutta  plumcake o pandispagna che riportano come primo ingrediente  la farina  la moderazione comunque è d'obbligo

5 gruppi per un menù

per facilitare l'organizzazione  della giornata alimentare  è comodo  suddividere gli alimenti in 5 gruppi secondo la loro principale  funzione nutritiva
il segreto di una dieta sana e semplice  un po' di tutto ogni giorno

primo gruppo i cereali  i loro derivati  e patate
pane pasta riso cereali pronti  grissini fette biscottate....... sono la fonte principale di energia  per l'elevato  contenuto di amido 
devono trovare ampio spazio nella  dieta quotidiana

il gruppo degli ortaggi e della frutta
danno poche calorie praticamente non forniscono grassi  né proteine  ma sono ricchi di vitamine  sali minerali  acqua fibre  tutte sostanze  essenziali per una vita sana
applichiamo quindi la regola "five a day"  5 porzioni al giorno  tra verdura e frutta

il gruppo della carne  pesce uova  e legumi secchi
gli alimenti di questo gruppo sono un' ottima fonte di  proteine i mattoni  dell'organismo  vanno alternati in tavola ogni giorno

il gruppo dei latticini
sono una miniera di calcio  e forniscono  proteine  di alto valore nutritivo  le dose giusta? mezzo litro di latte  al giorno (o un paio di yogurt)  e formaggio  come secondo  1-2 volte la settimana

il gruppo dei grassi di condimento
Burro  olio.... sono una fonte importante di energia  e di vitamine è bene ridurre  al minimo il consumo  dando preferenza all'olio extravergine

lunedì 11 maggio 2015

IL VISO - LE MASCHERE UNA COCCOLA PER LA PELLE

Ad effetto immediato  o come cura di bellezza a lungo termine scegliete quella giusta e la pelle sarà al massimo dello  splendore

Le prime maschere comparse sul mercato  non erano così piacevoli da usare
si presentavano  come una crema più o meno morbida  che, a mano a mano  che i minuti passavano  si induriva  al punto da irritare la pelle
oggi invece le maschere  hanno nuove formulazioni  una consistenza leggera  delicata e un profumo  che secondo le  essenze usate  agisce sulla mente con un effetto rilassante  o "tutto energia"  l'applicazione delle maschere  è diventata un vero e proprio piacere

ISTRUZIONI PER L'USO 
ogni maschera ha specifiche modalità d'uso 
in genere si applicano  sempre su viso pulito  e in uno strato spesso  tenendole in posa per il periodo indicato sulla confezione 
al termine si eliminano con una spugnetta morbida  o si risciacquano con acqua tiepida  secondo  il prodotto usato controllate bene le istruzioni
se invece la maschera è a strappo  si elimina sollevandola a partire dai late come una pellicola trasparente

ZONE SPECIALI
in genere le machere non vanno  applicate intorno sul contorno occhi  bisogna fare allora molta attenzione  a tralasciare questa zona che la mancanza di ghiandole sebacee e  la sottigliezza della pelle richiede prodotti più delicati  in ogni caso ricordatevi  di leggere le istruzioni

A CIASCUNA LA SUA MASCHERA
Contro lo smog
se vivete in città dovete fare i conti con l'inquinamento che opacizza la pelle
una volta a settimana applicate una maschera specifica per la pulizia dell'epidermide
Idratante
usata dopo i vent'anni  una volta alla settimana  aiuta a prevenire le rughe 
dopo l'estate consente di ristabilire  l'equilibrio  idrolipidico  danneggiato  dalle esposizioni del sole
Antirughe
contiene principi attivi  concentrati  e vitamine antinvecchiamento  va usata secondo le indicazioni  una o due volte alla settimana
spesso ha anche un effetto lifting  immediato  e quindi è preziosa per una serata speciale per cancellare i segni della stanchezza
Calmante
destinata a chi  ha la pelle sensibile  e soggetta a rossori  perché calma immediatamente le irritazioni
Purificante
pelli con problemi di impurità ed eccesso di sebo  possono trarre giovamento  dall'uso costante  di una maschera adeguata 
alcune sono a base di argilla  altre sfruttano  i derivati dalle acque termali  o delle alghe
Illuminante
a base di vitamine è preziosa per i cambi di stagione, dopo una malattia o un periodo di stanchezza  per restituire splendore all'incarnato
va applicata regolarmente anche tutti i giorni se necessario

il viso - check up scopri la tua pelle

Grassa o secca,  segnata o rilassata,  impura o sensibile, ci sono trattamenti mirati  per ogni tipo di pelle  imparate a conoscere il vostro e vi sarà più facile  cancellare o attenuare  gli inestetismi che tolgono il fascino al viso

fate un check up
vi siete mai chieste perché la crema che avete acquistato  tarda a dare risultati oppure come mai l'antirughe  che fino a ieri sembrava fatto apposta per voi  ora lascia segni di untuosità  sul viso?
forse  vi siete fatte travolgere dall'entusiasmo di un'amica che ha usato lo stesso prodotto con benefici evidenti  senza tener conto  che probabilmente la vostra pelle ha esigenze diverse
Ma non solo  le caratteristiche dell'epidermide possono  cambiare secondo la stagione  e l'età  o in determinate fasi della vita (pubertà gravidanza  periodo di stress......)
Fate un piccolo check up  e imparate a riconoscere  le caratteristiche  le esigenze e con il passare del tempo  i cambiamenti  della vostra pelle

il test della velina
per scoprire qual è il vostro tipo di pelle  ricorrete a questo facile test
PULITE BENE LA PELLE solo se  avete usato il latte detergente  passate subito dopo un batuffolo imbevuto di tonico  per eliminare i residui del prodotto
non applicate nessuna crema aspettate 30'  perché l'epidermide  si presenti in condizioni  normali
procuratevi delle veline da strucco una alla volta apritele bene  e
APPOGGIATELE SUL VISO cominciando dalla fronte  e proseguendo con naso guance e mento
premete  con le mani  e rimuovete la velina  con cautela senza strofinare la pelle
OSSERVATE BENE se sono completamente  asciutte la vostra pelle è normale  oppure tendenzialmente secca 
se sono unte la vostra pelle è grassa
Capita spesso che la velina appoggiata sulle guance  rimanga asciutta e quelle appoggiate sulla fronte e sul naso  e mento risultino unte significa che la vostra pelle è mista

Davanti allo specchio
Vi manca ancora qualche dato per conoscere alla perfezione la vostra pelle  mettetevi davanti allo specchio  ben illuminato ed effettuate alcuni controlli
OSSERVATE IL COLORE DELL'INCARNATO vi sembra spento
probabilmente la pulizia non è accurata per cui le cellule morte non eliminate  conferiscono al viso  un aspetto grigiastro
ORA PIZZICATE LA PELLE sollevandola  e tenendola in questa  posizione per  un paio di secondi  poi rilasciatela  ci mette qualche minuto a ritornare normale ?  il problema è la mancanza di  elasticità e tono

SEMPRE SOTTO CONTROLLO
 quando conoscerete bene la vostra pelle  non ci sarà difficile prevedere i suoi cambiamenti  e intervenire ogni volta con il trattamento opportuno
di solito chi ha l'epidermide  grassa o mista può osservare con piacere che il sole la riporta in condizioni ottimali  riequilibrando  la produzione di sebo
una pelle asfittica invece dopo una settimana di vacanza  lontano dalla città si riossigena  e prende un piacevole colore 
anche i cambiamenti ormonali  in gravidanza durante la pubertà  o la menopausa possono migliorare  oppure aggravare qualche difetto  è sempre consigliabile parlarne con un dermatologo  o con il medico di fiducia