Translate

mercoledì 13 settembre 2017

Come abbassare il colesterolo

come abbassare il colesterolo

La prima cosa da fare è una dieta priva di grassi  e dolci. Però la dieta nonostante sia importante non è  decisiva. Il nostro corpo  è in grado di produrre il colesterolo di cui ha bisogno per le cellule. Ogni giorno il corpo produce  un grammo di colesterolo endogeno  sintetizzato nel fegato per produrre i sali della bile necessari per la digestione mentre nella dieta se ne assumono 300 - 500 milligrammi.
Questo non vuol dire che possiamo ingozzarci di cibi nocivi ma le uova e i latticini non vanno eliminati completamente.
Le uniche cose veramente da eliminare sono gli acidi grassi trans che si trovano nella margarina in panetto.
I latticini e le uova contengono altri preziosi elementi  come calcio e proteine che bilanciano l'effetto o perché alzano il colesterolo buono.

A tavola una dieta equilibrata e una buona attività fisica dovrebbe migliorare il colesterolo. Ci possono aiutare gli integratori  che sono utili però a chi non ha problemi cardiovascolari e a chi ha il colesterolo leggermente alto (tutto questo rigorosamente sotto consiglio medico).

Gli integratori migliori sono quelli a base di riso rosso fermentato che contengono la molecola chiamata monacolina K, si tratta di un tipo di statina. Simile a quella dei farmaci può avere effetti collaterali come  alterazione del livello epatico  e dolori muscolari anche se in quantità minori dei farmaci. Per questo bisogna stare attenti all'assunzione di riso rosso sotto stretto controllo medico.

Un secondo principio attivo  è la berberina  che abbassa i livelli di colesterolo totale. Il vantaggio è che funziona anche sui trigliceridi e in parte sulla glicemia quindi adatta a chi soffre di sindrome metabolica.

Tra i rimedi più utilizzati nel tempo  ci sono anche i fitosteroli componenti di origine vegetale e si trovano nei cereali  oli vegetali noci e semi ma da anni li troviamo anche sotto forma di yogurt.

Le statine molecole che servono  a ridurre la sintesi del colesterolo a livello epatico sono i più sicuri  e ben tollerati. Le persone intolleranti alle statine sono poche per loro esiste l'ezetimibe che riduce l'assorbimento di colesterolo sono farmaci biologici iniettati una o due volte al mese rimane però una terapia molto costosa.

Innanzitutto per controllare il colesterolo è bene fare esami ripetendoli con regolarità controllo per gli uomini a 40 anni e per le donne intorno ai 50  o dopo la menopausa.
Però meglio controllare anche prima.

Se il rischio cardiovascolare è basso non deve superare i 115 mg/dl

Se il rischio cardiovascolare è alto  deve stare sotto i 100 mg/dl

Se il rischio cardiovascolare è molto alto allora conviene non superare i 70 mg/dl

Nessun commento:

Posta un commento