Translate

lunedì 29 agosto 2016

amaranto - il cibo degli dei

amaranto - il cibo degli dei

E' ricco di proteine ad alto valore biologico contiene il doppio della lisina un amminoacido essenziale  del quale tutti i cereali  sono piuttosto carenti. Contiene inoltre discrete quantità di calcio  fosforo  ferro e magnesio. A questo si aggiunge un buon contenuto di fibre  caratteristica quest'ultima  che lo rende utile per la regolazione  delle funzioni intestinali. E' inoltre privo di glutine  ed è quindi indicato per  chi è affetto da celiachia.
Impiego : una volta cotto  l'amaranto assume  una consistenza gelatinosa come la tapioca. I semi  d'amaranto  possono essere tostati  con un filo di olio come ingredienti per il muesli grazie al loro sapore dolciastro che  ricorda un po' la nocciola.
Anche la farina  può essere  usata per la preparazione  di prodotti da forno preferibilmente  in aggiunta a farina di farro di kamut o di frumento.
I chicchi di amaranto  quando vengono bolliti  tendono ad aggregarsi  cosa che può essere sgradita.
Per evitare questo si può cucinare l'amaranto insieme  ad altri creali  come per esempio riso o orzo  nella misura del 15 - 20 % migliorandone il sapore e il valore nutritivo. Si cuoce dopo il lavaggio  in due parti di acqua con un cucchiaino di sale marino integrale magari insieme a un piccolo pezzetto di alga Kombu. Va bollito  per 30 minuti  in un quantitativo  3 volte quello dei chicchi.
E' stato alla base dell'alimentazione delle  civiltà precolombiane

Nessun commento:

Posta un commento