Translate

martedì 21 ottobre 2014

L'IPERTENSIONE

IN ITALIA SECONDO LE STATISTICHE CIRCA 10 MILIONI DI PERSONE SONO COLPITE DA IPERTENSIONE UNA MALATTIA SUBDOLA E SEVERA LA CUI PRESENZ APRE LA STRADA AL RISCHIO IDI ARTERIOSCLEROSI  E DI INFARTO 
L'UNICO MEZZO CHE CONSENTE DI EVITARE I DANNI CHE LA PRESSIONE ALTA PUO' PROVOCARE NELL'ORGANISMO  E' COSTITUITO DALLA SUA DIAGNOSI E CURA PRECOCE.
PROPRIO PER QUESTO  E' IMPORTANTE CONTROLLARE I VALORI PRESSORI NON SOLO IN OCCASIONE DI VISITE MEDICHE MA ANCE PRENDENDO L'ABITUDINE DI EFFETTUARE LA MISURAZIONE DA SOLI  O MEGLIO DI UN FARMACISTA ALMENO DUE VOLTE L'ANNO
IN AMBITO SCIENTIFICO  SI RITIENE INFATTI CHE  OLTRE AI MILIONI DI IPERTESI  ACCERTATI ESISTA ANCHE  UNA BUONA PERCENTUALE DI PERSONE CHE NON TENENDO SOTTO CONTROLLO LA PRESSIONE  IGNORA DI ESSERE IPERTESA
LA PRESSIONE SANGUIGNA E' LA FORZA CHE IL CUORE IMPRIME AL SANGUE PER PERMETTERGLI DI  RAGGIONGERE LE ARTERIE.
TALE FORZA SI RIPERCUOTE ANCHE SULLE PARETI DELLE ARTERIE E LE DILATA IN BASE ALLA SUA INTENSITA'
NELLE VENE QUESTA  PRESSIONE RISULTA MENO FORTE RISPETTO A QUELLA A CUI SONO SOTTOPOSTE LE ARTERIE PERCHE' IL SANGUE NEL SUO PERCORSO DI RITORNO VERSO IL CUORE  NON E' SOTTOPOSTO ALLA SPINTA  IMPRESSA DALLE SISTOLE
VIENE DEFINITA PRESSIONE SISTOLICA O MASSIMA  LA PRESSIONE ALLINTERNO DELLE ARTERIE E PRESSIONE DIASTOLICA O MINIMA QUELLA ALL'INTERNO DELLE VENE 
ANCHE LA PRESSIONE SI MODIFICA IN CBASE ALL'ATTIVITA' FISICA  E ALLO STATO EMOTIVO DEL MOMENTO  ESISTONO VALORI PRESSONRI DI RIFERIMENTO CHE SE VENGONO SUPERATI  QUANDO LA PERSONA E' A RIPOSO  AUTORIZZANO LA DIAGNOSI DI IPERTENSIONE
CHI RIENTRA IN TALI VALORI E' IN BUONA SALUTE

VALORI NORMALI
FINO A 140 mmHg PER LA PRESSIONE MASSIMA
FINO A 90 mmHg  PER LA PRESSIONE MINIMA

VALORI LIMITE
DA 140 mmHg A 160 mmHg  PER LA PRESSIONE MASSIMA
DA 90 A 95 mmHg PER LA PESIONE MINIMA

VALORI IPERTENSIONE
PIU' DI 160 mmHg PER LA PRESSIONE MASSIMA
PIU' DI 95 mmHg PER LA PRESSIONE MINIMA

Nessun commento:

Posta un commento