Translate

martedì 16 dicembre 2014

il tempo nella letteratura indiana

i termine sacro per indicare il tempo è kala e la sua etimologia  non è del tutto chiara 
originariamente indicava un punto preciso nel tempo  e solo più tardi  ha compreso  nel suo significato anche  il concetto di ere, età del mondo e morte
nei più antichi  strati della letteratura  indiana il termine nella sua  accezione astratta  non compare
altri tipi di citazioni relative a Kala  sono scarsi
più tardi nei poemi epici  Kala viene vista come  al forza del destino  Kala rappresentava una divinità potente  assoggettata solo a Braham e non ad altri ciò corrisponde a una devozione nei riguardi del concetto del destino  che ritroviamo più volte  in molti tesi epici
si ritrovano dei riferimenti a Kala e alle sue personificazioni ore giorni secondi notti
vi è un tentativo di collegare il tempo all'interno di un sistema 
viene anche paragonato ad un principio divino  originale
nella dottrina Samkhya il tempo non è altro che  la relazione che unisce  innumerevoli eventi  consecutivi  che hanno origine  dall'evoluzione del Prakrti
ma non è nulla come evento in sé per sé  se non una variazione  e non può essere riconosciuta come realtà metafisica

Nessun commento:

Posta un commento