Translate

giovedì 4 dicembre 2014

acqua minerale quale scegliere?

la classificazione delle acque minerale avviene in base al "residuo fisso a 180°  che rappresenta la quantità di grammi di sali sciolti in acqua ottenuta dopo l'evaporazione avvenuta a 180° 
più basso è il residuo più l'acqua è leggera

le acque si distinguono in

 minimamente mineralizzate  con un residuo  fisso inferiore a 50 mg/l
sono acque povere di minerali che favoriscono  la diuresi e facilitano l'eliminazione di  piccoli calcoli renali  sono indicate nelle diete iposodiche

oligominerali  con residuo fisso  tra 50 e 500 mg/l ridotto contenuto di sali  minerali  le rende ottime acque da tavola  adatte al consumo quotidiano  sono indicate per le diete iposodiche  perché hanno azione diuretica

mediominerali con residuo fisso tra 500g e 1550 mg/l  sono indicate per le persone con carenze di minerali  grazie al contenuto di bicarbonato per chi ha difficoltà  digestive

ricche di sali minerali  con residuo fisso  superiore a 1500 mg/l  sono molto ricche di  sali minerali  e generalmente utilizzate a scopo curativo 
è opportuno  che il loro consumo avvenga su consiglio del medico

un'altra classificazione  si basa sul contenuto di  un determinato minerale

acque bicarbonate  - bicarbonato maggiore di 600 mg/l
comprendono anche le acque caratterizzate  da una presenza di bicarbonato rispetto ad altre sostanze
hanno un'azione diuretica  e spasmolitica e vengono utilizzate  nei disturbi a livello epatobiliare  e nelle cisti croniche

acque solfate - solfati maggiori di 200mg/l
hanno un leggero effetto lassativo  un'azione rilassante a livello della muscolatura  biliare e equilibrante del livello epatico

acque clorurate -prevalenza di cloro e sodio
favoriscono un buon funzionamento a livello intestinale perché hanno una composizione simile a quella dei liquidi organici

acque magnesiache - magnesio maggiore di 50 mg/l
hanno un'azione lassativa e vasodilatativa

acque calciche - calcio maggiore di 150 mg/l
hanno effetto benefico a livello  dell'apparato digerente e sono utilizzate  a scopo preventivo  sia nei confronti  dell'ipertensione  che dell'osteoporosi

acque fluorate - fluoro  maggiore di 1 mg/l 
sono utili per il trattamento  preventivo dell'osteoporosi  e della carie

acque ferruginose - ferro maggiore di 1 mg/l
possono essere utili  nel caso di carenza di ferro  insieme a una alimentazione adeguata

acque sodiche - sodio maggiore di  200 mg/l 
favoriscono  l'eccitabilità neuro-muscolare  e sono da evitare in caso di ipertensione

come conservarla
sono preferibili le bottiglie di vetro
devono essere riposte in un luogo fresco  al riparo dalla luce e fonti di calore  se rimane acqua nella bottiglia  questa deve essere chiusa  adeguatamente  per preservare le caratteristiche chimiche
bisogna posse attenzione  alla data di scadenza  scritta sulle bottiglie  e fissate generalmente ad un anno  e mezzo o due dalla data di imbottigliamento

come usarla
è consigliato bere  ogni giorno  in quantità mai inferiore ad un litro  e preferibilmente a temperatura ambiente
si può ebre durante i pasti ma senza eccedere  al fine di non diluire troppo  i succhi gastrici  che sono fondamentali  per un efficace  processo digestivo

vantaggi
l'acqua è indispensabile per la vita e la salute e presiede a molte funzioni  nel nostro organismo controlla la temperatura corporea  lubrifica i tessuti dei polmoni  degli occhi e della pelle facilità i processi digestivi  di trasporto e assorbimento delle sostanze nutritive  favorisce la diuresi  e quindi l'eliminazione  dei liquidi e delle sostanze di scarto

 



Nessun commento:

Posta un commento